dogsing.com

city of god – spika текст песни

подождите пожалуйста...

[spika]

da una stanzetta a una saletta il tempo non t’aspetta
affetta per chi ancora vuole in gola la sua fetta
croceverde sulla strumentale
che ti grida, che ti guida
uccido moscerini
rime insetticida
mandarini coltivati accanto alla sativa
fumo fiori che seccano la saliva
e non si campa, mai una lira
e sono fuori per il beat, per il flow
cali un’ecsta frà, e muori cocoricò
cambio colorito
e la musica mi accende
vuole sangue come hendrix nelle corde della fender
sergente, ho solo strofe e penne
il tempo non si compra frà
qui si spende
la mia città l’ho disprezzata
e adesso dovrebbe odiarmi
mo’ la guardo da lontano e riesce un po’ a calmarmi

0-1-6
io credo in ciò che faccio
ma resto pessimista
segniamo punti
ma sogniamo da punti di vista
sete di crystal
cristalli sopra i tavoli
trasmetto la mia roba dalla piazza fino a napoli
nato sì, per fare biz
e col tuo disc non disputi
siete le miss frate chi sputi
e’ inutile che discuti, non sento
non ho spento
rappo ancora per un solo intento
intanto son contenti con contanti
sti politici cantanti che si credono dei santi

m-ssanello sul beat

[hook]

ogni volta sui bancali bancari che fanno affari
sti squali vogliono ???
e con gli infami io non ci sto a pari
tranne con ????
stanno in centro a vendere per strada
che non fai centro e lo stipendio nessuno lo paga

[spika]

detti legge a un gregge che non legge libri
ci fa solo filtri
ed è difficile vivere tra equilibri
tra indizi, vizi ed impicci
la gente da me dice “ma quann’è ca ti spicci?!”
pa!
2-0-1-6

- spika текст песни

случайный